Il progetto Posterremoto al Festival delle Ciaramelle

Postribù ha allestito insieme ai produttori Fantusi e Aureli Bio uno stand espositivo del progetto Posterremoto, presso l’area food di Amatrice, dove si sono svolti convegni e stage del Festival delle Ciaramelle.

Seconda giornata di formazione agronomica in campo

Si è svolta oggi la seconda giornata di formazione in campo con l’agronomo Matteo Mancini di Deafal e le aziende aderenti al progetto Posterremoto. Durante il corso, che si è svolto presso l’azienda biologica Sciarra, si è parlato di benessere animale e rigenerazione del pascolo, con accenni alla metodologia del “pascolamento razionale Voisin”, nonché di corretta gestione delle deiezioni animali ; si è inoltre affrontato il concetto di rigenerazione del suolo attraverso l’uso in agricoltura di biofertilizzanti e concimi organici fermentati che possono facilmente essere autoprodotti.

Formazione in campo con la ONG Deafal

Si è svolto oggi presso l’azienda agricola Fantusi il primo incontro tecnico con gli allevatori del progetto Posterremoto di Postribù.
Deafal, partner del progetto, ha portato i suoi contributi sulla gestione della stalla, sul pascolo e sulle infinite piccole soluzioni per migliorare l’efficienza delle aziende di montagna.
Il prossimo appuntamento è per l’11 agosto nell’azienda di Vincenzo Sciarra. Anche l’Agricoltura Organica e Rigenerativa può dare il suo contributo per ripartire!

Posterremoto, al via i primi ordini dai gruppi d’acquisto e la formazione in campo

Avvicinare il mondo dei produttori agroalimentari delle aree del “cratere” a quello dei consumatori e turisti consapevoli, una nicchia in crescita che può rappresentare un’importante opportunità per rilanciare quelle piccole imprese di qualità che realizzano prodotti sostenibili immerse in aree di grande pregio naturalistico.

Questo l’obiettivo del progetto “Posterremoto” presentato a Le Tre Porte di Rieti e sviluppato dalle Associazioni Postribù e “Il Sorriso di Filippo“, in collaborazione con l’Associazione Animaeacqua (ecoturismo), Deafal Ong (Agricoltura Organica e Rigenerativa, pascolamento razionale), Tularù (Centro di Produzione Sostenibile), che punta da un lato al sostegno dei produttori terremotati delle aree colpite dal sisma con particolare attenzione ad Amatrice, Accumoli e zone limitrofe e dall’altro a sostenere il legame fra il territorio amatriciano e la sua cultura al fine di ricostruire il tessuto sociale locale.

Il progetto, cofinanziato dalla Caritas Diocesana nell’ambito del Bando “Ripartiamo insieme”, è già entrato nella fase operativa come sottolineato dalla presidente di PostTribù Giorgia Brugnerotto, e dal coordinatore del progetto Pablo De Paola, con l’avvio di una serie di ordini dai primi produttori aderenti – che hanno avuto l’occasione di presentarsi e far degustare i propri prodotti al pubblico – da parte di alcuni gruppi d’acquisto tra cui il gas reatino Gastribù che sta svolgendo un ruolo attivo nel dare ai produttori feedback importanti per consolidare sempre più questo rapporto tra chi il prodotto lo realizza e chi lo “porta in tavola”.

Il 7 luglio, inoltre, partirà la prima giornata di “formazione in campo” per i produttori, tenuta da un agronomo specializzato nell’agricoltura organica e rigenerativa e nel pascolo razionale, finalizzata a rendere più sostenibile ed efficiente la gestione di stalla e pascolo.

Per quanto riguarda la sezione “Cultura” di Posterremoto, il primo appuntamento in programma è il Festival delle Ciaramelle (dal 10 al 12 agosto) che durante la presentazione è stato illustrato dal presidente dell’Associazione Il Sorriso di Filippo, Mario Sanna, e dal direttore artistico dell’evento, Giancarlo Palombini.

Per info sulle attività del progetto e per essere inseriti nella rete di acquisti di Posterremoto, visitare il sito www.posterremoto.it, email info@posterremoto.it .

A Le Tre Porte di Rieti presentazione del progetto Posterremoto e delle aziende

Venerdì 15 giugno alle ore 18 presso il locale “Le Tre Porte” di Rieti (via della Verdura 21/25) sarà presentato il progetto “Posterremoto” sviluppato dalle Associazioni Postribù e “Il Sorriso di Filippo“, in collaborazione con l’Associazione Animaeacqua (ecoturismo), Deafal Ong (Agricoltura Organica e Rigenerativa, pascolamento razionale), Tularù (Centro di Produzione Sostenibile), che punta da un lato al sostegno dei produttori terremotati delle aree del “cratere” con particolare attenzione ad Amatrice, Accumoli e zone limitrofe e dall’altro a sostenere il legame fra il territorio amatriciano e la sua cultura.

Leggi tutto “A Le Tre Porte di Rieti presentazione del progetto Posterremoto e delle aziende”

Primo step per il progetto Posterremoto

A Le Tre Porte di Rieti, locale gestito dalla cooperativa sociale Campagna Sabina anch’essa impegnata nel sostegno alle aziende del “cratere”, abbiamo convocato un primo incontro di coordinamento tra le associazioni coinvolte nel progetto e per sviluppare una rete tra soggetti reatini che stanno sviluppando azioni di solidarietà nei territori di Amatrice e Accumoli, legate al tema dell’agroalimentare e del turismo solidale.